Bistecca alla fiorentina e Chianti Classico: curiosità e abbinamento

pubblicato 03-10-2022

Bistecca alla fiorentina e Chianti Classico: curiosità e abbinamento††

La bistecca alla fiorentina rappresenta una vera e propria icona della Toscana e dell'Italia a tavola.

Famosa in tutto il mondo, nasce a Firenze nella seconda metà del 1500. La tradizione vuole che l'origine di questa specialità sia da attribuire alla¬†famiglia De' Medici. In usanza dei tradizionali falò di festeggiamento del 10 agosto in onore del Patrono San Lorenzo, la famiglia offriva al popolo carne vitella arrostita nei braceri fumanti posti nelle maggiori piazze della città.

In occasione di uno di questi falò, in una cornice fatta da stelle cadenti e buon vino, alcuni nobili inglesi presenti in città per affari presero parte ai festeggiamenti. Conquistati dalla squisitezza delle carni servite, cominciarono a gridare e ripetere a gran voce:¬†"Beef Steak!! Beef Steak!!".

Da quella sera in poi il popolo fiorentino assorbì subito con entusiasmo la parola italianizzata "bi-stecca".

L'abbinamento perfetto con la fiorentina¬†è naturalmente il¬†Chianti Classico DOCG 2020 di Carpineto. Condivide infatti con questa pietanza lo stesso territorio e l'essere icona toscana di lunga tradizione.¬†

Frutta rossa, sentori tipici di spezie e quel piacevole il richiamo balsamico di questo Chianti creano il matrimonio perfetto con la bistecca alla brace. 

Prodotto da uve in prevalenza Sangiovese, insieme a Canaiolo ed altre varietà a bacca rossa, la vinificazione avviene con la macerazione delle vinacce nel mosto con controllo della temperatura di fermentazione. Segue poi una maturazione con una breve sosta in botti di rovere, successivo stoccaggio in recipienti di acciaio o cemento vetrificato, per passare infine in bottiglia.

Una storia e una tradizione gastronomica unica del nostro Paese che è impossibile non apprezzare insieme al Chianti Classico Carpineto!