Blog

L’eleganza dell’Appodiato

Appodiati

Le zone più vocate alla viticoltura, unite alle migliori annate. Un binomio che in Carpineto ricerchiamo costantemente in tutte le produzioni e – in particolare – nella linea degli Appodiati.

Vini di grandissimo spessore, corpo e struttura che si inseriscono nel solco storico della tradizione vitivinicola toscana. A partire dal nome: l’Appodiato era una frazione di territorio comunale retta da un priore locale o da un sindaco, che godeva di alcune piccole autonomie rispetto allo Stato Pontificio da cui dipendeva. Il termine indicava non solo i terreni intesi in senso geografico, ma anche tutte le attività e le produzioni svolte sul territorio. Comprese, ovviamente, l’agricoltura e la viticoltura.

In Carpineto abbiamo così deciso di recuperare questo affascinante vocabolo, che collega passato e presente, tradizione e futuro. L’Appodiato diventa, così, il simbolo di ciò che ancora facciamo su questi terreni: lavorare per tramandare una tradizione storica come il vino, nel pieno rispetto della qualità, dell’ambiente, delle persone che lavorano nei vigneti e nelle cantine. Perché i grandi vini sono, da sempre, il felice incontro fra la Natura e l’uomo, in piena simbiosi l’una con l’altro.

Andiamo ora a conoscere più da vicino i nostri sei Appodiati: i due Cru di Nobile di Montepulciano, provenienti dai vigneti denominati “St. Ercolano” e “Poggio Sant’Enrico”, posti nello storico territorio poliziano a un’altitudine che va dai 300 ai 350 metri sul livello del mare; il Cabernet Sauvignon in purezza “La Fornace” prodotto a Chianciano; il “Molin Vecchio”, elegante blend di Sangiovese (80 percento), Cabernet Sauvignon e Syrah che impreziosisce ulteriormente i nostri terreni di Montepulciano; il “Sillano”, proveniente dai nostri storici terreni di Dudda, nel cuore del Chianti Classico; e, a proposito del meraviglioso territorio collinare tra Firenze e Siena, il “Chianti Classico Gran Selezione”.

Vini che si traducono, all’interno del calice, in un’esperienza sensoriale unica. D’altra parte, è ciò che diciamo sempre ai nostri ospiti: le degustazioni profonde si fanno con tutti i sensi, udito e tatto compreso. Unico è il suono emesso durante la mescita degli Appodiati, caratterizzante la loro masticabilità, frutto di una concentrazione polifenolica quasi doppia rispetto a una Riserva. Persistenza gusto-olfattiva amplissima, finezza assoluta, eleganza e struttura. Figlia della miglior viticoltura toscana e italiana, la linea degli Appodiati vuole proporre una delle espressioni più alte del nostro lavoro in vigna e in cantina.

Da questa consapevolezza, sia storica che produttiva, nascono questi grandi vini che non temono confronti nel panorama della più grande viticoltura internazionale. Prodotti solo nelle annate che riteniamo perfette, provenienti da singoli vigneti che esaltano le peculiarità di ogni microzona, imbottigliati senza alcun trattamento e alcuna filtrazione se non la decantazione naturale, gli Appodiati di Carpineto si prestano benissimo a lunghissimi affinamenti; vere e proprie bottiglie da collezione. Un must per l’enoteca casalinga di ogni wine lover.

Gli arrosti e le carni alla brace – in particolare la famosa bistecca fiorentina – sono l’abbinamento d’elezione per i nostri Appodiati. Oltre alla cucina regionale toscana, molte sono però le “chicche” da consigliare: a partire dal cioccolato fondente in abbinamento al Nobile Montepulciano Vigneto di Poggio Sant’Enrico, che bilancia perfettamente la vena amara del cacao; o preparazioni più complesse come i brasati, perfetti con il Chianti Classico Gran Selezione. In ultimo, gli Appodiati sono anche dei perfetti vini da meditazione, da assaporare lentamente nella tranquillità di casa.

Puoi acquistare gli Appodiati, e riceverli direttamente a casa, sul nostro shop online: CarpinetoShop.com

Iscriviti alla nostra newsletter

Ricevi tutte le novità Carpineto in anteprima.